Archivio delle News

05/01/2015 - AVVISO PER I LAUREATI IN GIURISPRUDENZA - STAGE 2014 - 2016
A SEGUITO DELLA SELEZIONE SUSSEGUENTE ALL'INVITO A PRESENTARE DOMANDE PUBBLICATO IL 3/11/2014 VI E' DISPONIBILITA' AD ACCOGLIERE ULTERIORI 3/4 TIROCINANTI.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL TIROCINIO FORMATIVO PRESSO GLI UFFICI DEL TRIBUNALE AI SENSI DELL’ART. 73 del D.L. n. 69/2013 CONV. CON MOD. IN L. n. 98/2013 e succ. mod.

Il Decreto-Legge 21 giugno 2013, n. 69 (cd. decreto del fare), convertito con modificazioni in Legge 9 agosto 2013, n. 98, ha previsto all’art. 73 che i laureati in giurisprudenza all'esito di un corso di durata almeno quadriennale, in possesso dei requisiti di onorabilita' di cui all'articolo 42-ter, secondo comma, lettera g), del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, che abbiano riportato una media di almeno 27/30 negli esami di diritto costituzionale, diritto privato, diritto processuale civile, diritto commerciale, diritto penale, diritto processuale penale, diritto del lavoro e diritto amministrativo, ovvero un punteggio di laurea non inferiore a 105/110 e che non abbiano compiuto i trenta anni di eta', possono accedere, a domanda e per una sola volta, a un periodo di formazione teorico-pratica presso, della durata complessiva di diciotto mesi, (anche) presso i tribunali.

Ciascuno degli ammessi al tirocinio è affidato a un magistrato che ha espresso la disponibilità, assistendolo e coadiuvandolo nel compimento delle ordinarie attività giudiziarie, nel rispetto degli obblighi di riservatezza e di riserbo riguardo ai dati, alle informazioni e alle notizie acquisite durante il periodo di formazione, con obbligo di mantenere il segreto su quanto appreso in ragione della loro attività e astenersi dalla deposizione testimoniale.

Gli ammessi allo stage hanno accesso alla biblioteca dell'ufficio e alla riviste informatiche, ai fascicoli processuali, partecipano alle udienze del processo, anche non pubbliche e dinanzi al collegio, nonché alle camere di consiglio, salvo che il giudice ritenga di non ammetterli.

E' richiesta una presenza media in ufficio per almeno 2/3 giorni alla settimana e la disponibilità ad effettuare attività di studio e ricerca anche oltre detto impegno.

Lo svolgimento dello stage non da' diritto ad alcun compenso e non determina il sorgere di alcun rapporto di lavoro subordinato o autonomo ne' di obblighi previdenziali e assicurativi.

Nella versione più aggiornata del testo di legge in oggetto, l'esito positivo dello stage, come attestato a norma del comma 11, costituisce titolo per l'accesso al concorso per magistrato ordinario, a norma dell'articolo 2 del decreto legislativo 5 aprile 2006, n. 160, e successive modificazioni, senza necessità di ulteriori titoli o abilitazioni.

Per l'accesso alla professione di avvocato e di notaio l'esito positivo dello stage di cui al presente articolo è valutato per il periodo di un anno ai fini del compimento del periodo di tirocinio professionale ed è valutato per il medesimo periodo ai fini della frequenza dei corsi della scuola di specializzazione per le professioni legali, fermo il superamento delle verifiche intermedie e delle prove finali d'esame di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 17 novembre 1997, n. 398.

L'esito positivo dello stage costituisce titolo di preferenza a parità di merito, a norma dell'articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, nei concorsi indetti dall'amministrazione della giustizia, dall'amministrazione della giustizia amministrativa e dall'Avvocatura dello Stato.

Per i concorsi indetti da altre amministrazioni dello Stato l'esito positivo del periodo di formazione costituisce titolo di preferenza a parità di titoli e di merito.

L'esito positivo dello stage costituisce titolo di preferenza per la nomina a giudice onorario di tribunale e a vice procuratore onorario.

Per il dettaglio si rinvia al testo di legge vigente, allegato in calce alla presente.

Per l'accesso al predetto stage occorre presentare domanda al Presidente del Tribunale di Avezzano, a mezzo racc.ta, ovvero consegna a mano, presso la segreteria della Presidenza, al primo piano del Palazzo di Giustizia, con allegata documentazione comprovante il possesso dei requisiti sopra indicati, anche a norma degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 - come da modello reperibile sul sito del Ministero della Giustizia all’indirizzo raggiungibile cliccando qui.

Per ragioni organizzative è opportuno concentrare la presentazione delle domande entro il termine del 10 FEBBRAIO 2015.

Avezzano 5 GENNAIO 2015                              

                                                                                         Il Presidente del Tribunale Dr. Eugenio Forgillo

Testo aggiornato a nov 2014

Come orientarsi nel palazzo, la dislocazione degli uffici e delle cancellerie del Tribunale di Avezzano

In questa sezione si trovano i moduli in uso presso le cancellerie, utili al cittadino ed ai professionisti.

Calendario

Scarica il il Calendario Uscite del periodico Tutto Affari.

Procura della Repubblica
presso il Tribunale
Ordine degli Avvocati Professionisti delegati alle
vendite immobiliari e mobiliari
Ricerca Albo CTU e Periti Area riservata
CTU e Periti
Webcam Meteo
Area Riservata Magistrati

Informazioni su "come fare per" ottenere un'informazione o un servizio riconducibile all'attività del Tribunale, con schede esplicative che chiariscono le modalità, i riferimenti normativi, la modulistica e gli uffici ai quali rivolgersi.

L'elenco delle Vendite Giudiziarie promosse presso il Tribunale


Portale dei Servizi Telematici  Normattiva Distretto della
Corte di Appello di L'Aquila